novembre 28, 2010

Il 28 novembre si scrive la letterina a Babbo Natale

Ciao Babbo Natale, ti scrivo oggi perché così almeno sono sicura di evitare quei periodi in cui sono particolarmente lacrimosa (la PMS è lontana) e anche perché arrivo da una due giorni serena in compagnia di amiche care a cui voglio tanto bene. Insomma, ci sono tutte le premesse per non lasciarmi andare a richieste patetiche dettate dall'impulso.

Nel 2009 mi hai portato la rivoluzione nella vita, mentre per il 2010 mi hai messa al riparo da nuovi ribaltamenti.
Per il 2011 ti volevo chiedere una cosa: fammi incontrare persone positive, simpatiche e semplici. Persone poco menose, sicure di se stesse, che il cambiamento, più che cercarlo a tutti i costi, lo inducano attorno a sé. Io vorrei conoscerle per imparare da loro a stare al mondo un po' più piacevolmente.

Mi sono rotta il cazzo di gente stronza "a gratis", gente complicata "perché è così", gente che problematicizza tutto e magari mi fa sentire inadeguata solo perché sono una donna. E' gente che non influisce positivamente su di me, anche senza fare nulla in particolare, anche senza alzare un dito. E' gente che mi fa proprio scemare l'entusiasmo.
Voglio conoscere persone positive che, anche solo ascoltandole, mi siano d'aiuto nel superare certi miei blocchi e che mi diano slancio nel mettere in pratica alcune cose che ho in mente.

E porta un po' di carbone a chi, anche senza rendersene conto, ha reso meno piacevole questo mio 2010.
Io mi son fatta così tanto i cazzi miei, quest'anno, che dubito di aver rotto le uova nel paniere a qualcuno. Mi auto-assolvo, quindi. E, se pensi che anche a me tocchi una razione di carbone, la accoglierò con nonchalance, facendo finta di nulla, pensando che hai sbagliato caminetto.

Babbo Natale, tu che dall'alto della tua slitta hai una visione ampia della situazione, e vai così veloce che magari prevedi anche un po' il futuro... dimmi che si può fare. Io ti prometto che non sprecherò i tuoi doni.

---

novembre 23, 2010

Avevo solo chiesto un indirizzo e-mail (invece era un calesse)

[pensiero sparso, raccolto da appunti personali, scritto in data irrilevante, primavera 2010. Il tempo batte, il tempo scorre, il tempo ciao]


Sono all'incrocio con la Via Novara, alla radio dicono persino che balla.
Ed è strano sentire la sua voce uscire dagli altoparlanti della mia auto. In questo momento la riconoscerei subito, ce l'ho fresca nei timpani, ché due ore prima mi diceva cose carine.
Chissà. Magari balla anche un po' grazie a me, almeno per oggi.
Domani balli pure per chi vuole lui. Che vada.

[si conducono esperimenti strani, tendenzialmente metacinema]


---

novembre 22, 2010

Banalià que te la conte

*[frammentaria, solubile, robiolante, napoleonica, soleggiata, interrotta, interrottissima, Lolò mi dice pure *MENOSA QUANTO SEI MENOSA*, però vuole sapere chi doveva toccare i gomitoli, chi era TU. Chi è TU, hai un uomo nuovo? Capisci niente, Lolò.]

*Sono stata a Parigi. 12 ore. 6 ore a Versailles. 6 ore nella ville des lumières che, grazie al cazzo, merci à le cassò de classe, non è illuminata a festa per il Natale che, a quanto pare invece, in molte città italiane è alle porte.

*Sono andata solo per un motivo: vedere la mostra di Takashi Murakami dentro le chateau de Versailles. La juxstaposition was so incredible, and j'ai aimé very much tutte le sedici opere esposte. la cover story fotografica sta su Flickr e su Facebook. Arrivateci per conto vostro, se vi va. No liens ici.

*I francesi sono meno stronzi di un tempo. Dieci anni fa, anni in cui il mio francese era sicuramente migliore di quello di oggi, mi rispondevano stizziti IN INGLESE facendomi pesare la mia italianità (folie, FOLIE VRAIE, avevo un très superbe accent parisien, ho portato francese alla maturità, mica pizzà et fikì). Sabato, invece, da come mi si rivolgevano, comprendevano e ribattevano, sembravo pronta per intervenire a una conferenza sulla semantica della langue d'oil alla Biblioteca Nazionale François Mitterand (in fondo alla passerella Simone de Beauvoir, a destra).

*[scambio di parole all'andata, con compagna di viaggio di uno di quei paesi dell'Est dove tradizionalmente ci sono le fighe]

-Mua tu sei italiuana-italiuana?
-Sì, sì, sono di Verona!
-Nuon suembri italiuana. Tu suei una buella duonna. Le italiuane suono puiccole e nuere.
-ehm... grazie :) (alla faccia del razzismo)
(bella MILF, lei, tra l'altro)

*MERVEILLEUSE! MADEMOISELLE VOUS ETES MERVEILLEUSE! (mi ha detto un pazzo al parterre de l'eau a Versailles). Poi mi ha detto che voleva portarmi a visitare i giardini, io ho declinato che non si sa mai.

*Fine delle autocelebrazioni. E' che stavo andando in giro con un abitino ficherrimo e trasparente. Sono assolutamente incompresa nella mia trasparenza.

*PPPPPPPOI.
Dovete immaginarvi, tipo al ritorno, di notte, la sottoscritta in scompartimento con un cameriere chiacchierone girovago sulla cinquantina (mantovano), un tipo neroneroneronero che non spiaccica parola, e uno del sudest asiatico che non parla italiano con la fotocopia della sua carta d'identità italiana, tanto che il controllore gli dice che forse alla frontiera con la Switzera (ore 4 di mattina) lo fanno scendere, ché in Italia con i documenti così non ci si può entrare.
Non so bene PERCHE', ma alle cinque, nel silenzio dello scompartimento così composto, il Galaxy decide di far suonare la sveglia.
Le sveglie normali fanno DRIN. DRIIIIN. DRRRRRRRIIIIN.
La mia no. La mia inizia a suonare "Boys, boys, boys" di Lady Gaga. Canzone che, vi ricordo, a un certo punto suona tipo "I like you a lot lot, all we want is HOT HOT".
Sveglio tutto lo scompartimento, mi rendo conto che sudest asiatico non è stato fatto scendere dal treno. Sono contenta. Loro, immagino, un po' meno.

---


novembre 19, 2010

Raffinato e dolce

Rowan Kidsilk Haze. Nero e beige dorato

70% mohair superkid 30% seta.
Raffinato e dolce. Morbido manco a dirlo.
Sarà che oggi sono emozionata per affari miei, ma è assurdo, sciocco, stupido, infantile e tanto bello toccare questi gomitoli e sentire sotto i polpastrelli il riassunto dei miei pensieri.
Pensavo che dovresti toccarlo anche tu, per capire un po' di più me.
Ma anche solo per sentire una cosa bella.


---


novembre 17, 2010

L'ultima glossa astrologica, dica lo giuro (LO GIURO!)

Anche la Pretto ha pubblicato le previsioni per l'anno 2011 che potete leggere qui.
Ricordiamo con tanto affetto l'oroscopo di questa astrologa veronese, se non altro per aver previsto la colossale débacle 2008 in tutte le sue forme (cardiache e psichiche).
Anche l'annata 2010, trascorsa senza infamia né lode era già stata scritta.
Del 2009 ricordo poco, se non che ero parecchio ubriaca.

Di questo oroscopo segnalo soprattutto la meticolosa suddivisione in decadi.

Ecco quindi la glossa della parte più rilevante e commentabile del mio oroscopo, Bilancia: sezione amore, primo sportello dall'alto, a sinistra. C'è da ridere.


Anche Nettuno [ciao Nettuno!] toccherà positivamente il segno della Bilancia con un bel trigono che interesserà in particolar modo i nati dal 19 al 22 ottobre per tutto l'anno [io ci sono e c'ho un culo che fa trigono] , tranne che dal 5 di aprile al 5 di agosto [poca roba eh. MINCHIA SON 4 MESI]. I nativi si sentiranno spinti a spaziare con la mente in nuovi orizzonti geografici e mentali [vabbé lo dicon tutti che non può far male, SPAZIARE, basta che non mi consigli di trovare un hobby], il che si tradurrà in qualche bellissimo ed avventuroso viaggio in terre lontane [ATTENZIONE: dove potrei voler andare in vacanza l'anno prossimo?], oppure nell'interesse verso nuovi ambiti spesso connessi con la filosofia [ROTFL], la religione [mia madre dice che non sta bene bestemmiare, non mi sono mai sentita così vicina a Gesù Cristo da quando lo bastimio. Poi confesso che a volte, la notte, per addormentarmi inizio un fantomatico rosario che si interrompe alla terza avemaria] e le discipline olistiche [oli-che? Il prefisso OLI mi starebbe a significare POCO, no? ecco a me POCO non piace a prescindere], ma non è da escludere che nasca in loro un vero e proprio afflato mistico [lamadonna], che li condurrà a frequentare qualche gruppo religioso di stampo tradizionale [Opus Dei no, Azione Cattolica già dato quando allla parrocchia si conoscevano i ragazzi, CL solo come infiltrata per farmi brillare accanto alla tomba di Don Giussani, dio bono non è che mi tocca SCIENTOLOGY?] o new age [il mio massimo concetto di new age sono i CD con i fischi delle balene e il cinguettìo degli uccellini mixati con tuoni e cascatelle di fiume]. Quando Nettuno [ciao Nettuno!] si pone in modo armonico, coloro che ne beneficiano sperimentano anche un nuovo tipo di relazione sentimentale, improntata alla dolcezza, all'empatia e intrisa di romanticismo [dolcezza, empatia, romanticismo. Proprio quelle cose che mi portano alla rovina psichica. NON MI AVRETE MAI!], cosa che riguarderà sia le coppie ben collaudate [perché ne parla come se fossero delle automobili? Io odio le automobili], che i singles [ioooo!!], soprattutto se donne [IO IOOOO!], le quali avranno la possibilità di innamorarsi perdutamente [perdutamente. no dai. un minimo di controllo lasciamelo, che poi lo sai che mi ficco nei casini] di un uomo diverso dal solito [eh infatti, basta con gli uomini col naso lungo, anche se dovrò rinunciare al simpatico adagio "dove c'è nasca c'è frasca"] e particolare nel suo modo di esprimersi [oh. mi piacciono le persone che si esprimono in modo particolare. Vedete che non c'è solo vis polemica in questa glossa?]. Un artista [un musicista non mi dispiacerebbe, magari mi mette nei ringraziamenti del suo disco], qualcuno connesso a discipline quali lo yoga [seee, la reincarnazione di Swami Vishnudevananda], un filosofo [ARI-ROTFL], un viaggiatore senza-patria [un semita dite che può andare?], uno straniero portatore di valori diversi ed affascinanti [tipo che so. un bel mandingo]... non v'è limite alle personalità che Nettuno [ciao Nettuno!] simboleggia, certo è che anche il rapporto non fosse consumato [ECCO LO SAPEVO ***** ***], le amiche [amica di chi?] del segno si sentiranno più che soddisfatte delle sole fantasie romantiche [per favore, nohohohhohohohoho fatemi consumare questo ammmooreeeeeeeeh] che potranno ricamarci sopra [io al massimo ci lavoro a maglia, ma al massimo STICAZZI]. Gli uomini [vediamo se agli uomini va meglio, che magari faccio il cambio di sesso] del segno invece beneficeranno del transito acquisendo una personalità più dolce ed attenta alle esigenze altrui [no vabbè cazzi loro] e della compagna in modo particolare, quindi si considerino fortunate le partner degli uomini Bilancia interessati dal passaggio del pianeta! [addio]


---

novembre 13, 2010

Semaforo verde



Vi domanderete che ci fa, la Rumi, a casa il sabato sera.
Per quanto mi riguarda, io, il weekend, l'ho fatto ieri sera e giovedì in compagnia di amiche care. Stasera sono a casa.
In particolare sul balcone, a fumare una sigaretta, anche se non fumo abitualmente.
In lontananza vedo un semaforo verde.
E mi piace questo semaforo verde, anche se la temporizzazione dei vigili di quartiere prevederà, tra qualche secondo, il giallo e, addirittura poi, il rosso.
Ma io vedo solo il verde.


---

novembre 10, 2010

Scoop! E' uscito l'oroscopo 2011!

La Antonia ha agevolato sul suo sito Web le previsioni per l'anno 2011.
La qui presente romantichina-rumikina che se ne fa di *3.713* caratteri da leggere tutti dall'inizio alla fine? Niente. Va subito al sodo.

Quindi veloce scorsa al paragrafo introduttivo "Situazione generale", "Lavoro e denaro" chissenefrega (PAZZAAAAH!) E VIA DI CORSA AL PARAGRAFO AMMOREEEE, perché conta l'ammore, l'ammore vince, l'ammore è tutto, Hello Kitty muore.

Tempo di lettura: 3 secondi netti.
Delta tì per il distaccamento delle gonadi: si registra che a 2 secondi già i coglioni si erano staccati dalla loro sede naturale per piombare in caduta libera sul pavimento. E rotolare ad libitum là, nel paese dei maroni dispersi.

E ora il momento della glossa [Amore, Bilancia 2011, tratto da www.arcobaleno.net]

AMORE: con Giove disarmonico, se vivi un rapporto i primi cinque mesi dell’anno andrebbero vissuti con serenità e distacco per non vedere il legame più logoro di quanto sia in realtà. [OK non vivo nessun rapporto, quindi PUPPA!] Non mettere sotto processo il partner perché potresti essere tu troppo esigente, insofferente al legame. [Partner, chiunque tu sia, vedi di essere perfetto perché io non so se riuscirei a trattenermi dal giudicare. Sappilo.]. Non dovresti drammatizzare le incomprensioni per non comprometterne la stabilità e prendere decisioni precipitose [Ma cosa vuoi che si drammatizzi, noi ci amiamo tanto. Ah no... mi ero dimenticata che META' DI QUESTE PREVISIONI NON MI RIGUARDANO]. Se sei single [MIA! E' MIA! Ora inizia il mio momentoooh, lo sento!] e hai a cuore la tua serenità [ssssssssìììììììì................], in questo periodo coltiva un hobby [lo avvertite nell'aria il fruscìo dei miei coglioni che si distaccano? UN HOBBY. Mi devo trovare UN HOBBY. Un altro.] e lascia perdere le mire di conquista [avercele. Non è facile trovare un uomo da mirare, sai? Conquistarlo poi. Ma anche solo mirarlo. C'è della gente in giro...]. Gennaio, la seconda metà di giugno, da settembre a tutto novembre hai la possibilità di superare eventuali malumori [solo eventuali, 'sti malumori, neh? Io non li percepisco così "eventuali"...] e ti conviene cogliere l’aggancio. Se sei single [IO! IO!] sono settembre e novembre i mesi che potrebbero veder nascere una storia da prendere in considerazione [settembre 2011. Novembre 2011. E non è ancora finito novembre 2010. Io tra un anno sarò MORTA].

Ma morta come? Così.


novembre 09, 2010

Vendette trasversali

Ero a un evento [non so se avrò mai il coraggio di raccontarlo qui, tra l'altro. Vediamo se trovo l'ispirazione]. Ero l'amica-assistente di una persona di trent'anni che partecipava all'evento. Un vecchio imbecille (e capirete presto perché dico "vecchio", e ci aggiungerei "imbecille", "coglione") mi chiede "Lei è la madre di qualcuno dei partecipanti?".
Io lo guardo e gli rispondo "Madre? Non le pare di esagerare?". Lo so che quando rispondo stizzita sono tutto fuorché accomodante, eh, ma porco cane, se non la galanteria (che è dono di pochi uomini, e non sottolineo "ormai", ma in assoluto è dono di pochi), almeno le regole basi della civiltà. Dico. Io. Con i miei 32 anni massimo che dimostro. Ma anche avessi, che so. 36 anni. Come potrei essere madre di uno dei partecipanti la cui età media è sui 25 a star bassi?
Ma il vecchio merdoso non solo non capisce che è già ora di smetterla, ma cerca di metterci una pezza.
E sappiamo in quale vortice di fango e merda ci si va a ficcare quando si cerca di metter le pezze alle gaffe.
Farfuglia "eh, no, ma vabbé, no mi scusi sa PERO' INSOMMA non c'è niente di male ad avere figli DA GIOVANI".
"No per favore, guardi... sta andando oltre".
"Mi scusi per la gaffe MA anche a quattordici anni, insomma POTREBBE...".
"OK ho capito cosa intende dire, ma non sono madre di nessuno qui".
"No perché insomma A QUARANT'ANNI..."
"BASTA!".

Poi, solo dopo tre ore, mi è venuta in mente la risposta di classe, elegancia, che avrebbe evitato a lui i farfugliamenti e a me la voglia di sbranarlo, con condimento di Trofeo #For The Win#.
Avrei potuto semplicemente rispondergli... "No, non ho figli che partecipano. Lei invece è il nonno di qualcuno?".

--
Comunque la vendetta consisterà in spamdexing su siti mirati, cercando "Il padre di xxxx xxxxx [sciarada] è un imbecille scassacoglioni". Ne resterà traccia. Anche perché non sono l'unica a pensarlo.



novembre 01, 2010

Adoro i rimborsi della A2A

Perché mi permettono di fare acquisti tipo questi.



Nine is the answer, feat. Sergio Rossi & villaggi africani in fiamme





Trovo che abbiano del fascino non indifferente in sé, in quanto oggetti


Nel senso... se questo è feticismo, io lo sono.
 

Puffetti rosa - Un blog riaperto. Puffetti Rosa is Designed by Serena